Staunies Nord - Canale di Adriana

Dedicato al mitico Marco Da Pozzo

 
 

Località Cortina d'Ampezzo - Cristallo


La gita di freeride per eccellenza di Cortina d’ampezzo. Uno dei canalini più celebri di Cortina, intitolato alla mamma del grande campione Cristian Ghedina, che morì in questo canalino. Il pendio è molto ripido, da evitare in condizioni di neve ghiacciata.

    Il Monte Cristallo è un massiccio montuoso delle Dolomiti Ampezzane nelle Dolomiti, a nord-est di Cortina d'Ampezzo, la cui vetta più alta si erge per 3221 m s.l.m.. Fu conquistato per la prima volta dall'alpinista viennese Paul Grohmann, accompagnato dalle guide alpine ampezzane Santo Siorpaes e Angelo Dimai. È uno dei monti più alti, più maestosi e più famosi di tutte le Dolomiti ampezzane.        

  Esso chiude la Valle d'Ampezzo a nord (assieme all'antistante monte Pomagagnon), dividendola dalle valli circostanti.

    Dedico questa gita all'Amico guida Marco Da Pozzo, che fu il primo a farci conoscere lo spettacolo di Cortina in fuori pista.


ACCESSO GENERALE: Le piste del Cristallo si raggiungono da Rio Gere, una località a circa 7 km da Cortina, dove è disponibile un ampio parcheggio. Da Cortina bisogna seguire le indicazioni per il passo Tre Croci, lasciare la macchina a Rio Gere.

ACCESSO:Da Rio Gere parte il nuovo impianto quadriposto del Cristallo che in pochi minuti vi porta a San Forca, poi bisogna prendere la seggiovia Valgrande che risale verso Forcella Staunies. E'importante avvisare gli operatori degli impianti affinchè non vi chiedano di scendere nella stazione intermedia del percorso della seggiovia, in cima infatti può salire solo chi è autorizzato. Arrivati in cima non vi rimane che affacciarvi a Nord, scavalcare le protezioni e tuffarvi nell'avventura.

DISCESA: La via di discesa è molto semplice, non vi potete sbagliare, seguite sempre il canalino, arriverete in Val Fonda. Quando la Val Fonda si restringe, rimanete sul versante destro, alla fine della valle, puntate sugli albergi di Carbonin. Discesa da NON affrontare in condizione di neve dura, è veramente un canalino ripido, in caso di caduta si finirebbe contro le rocce a gran velocità!

MATERIALE:Arva, pala, sonda, corda( per calarsi dalla sbarra iniziale) e zaino con sistema ABS.

AUTORI

Carlo d’Amelio

Marco Da Pozzo


Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica dello sci, fuoripistacortina.it non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.

DIFFICOLTÀ

Medio alta

  

ESPOSIZIONE

Nord

  

DISLIVELLO DISCESA

1.300

  

VOT0 DI BELLEZZA

9


PERIODO

dicembre - aprile